Il giusto compenso – Il parere di un collega

Cara e caro collega,
questo articolo, oggi, avrà una connotazione leggermente differente da quelli scritti da me fino ad ora. Questo perché cercherò di parlare, nel modo più imparziale possibile, di un argomento molto dibattuto in questo ultimo periodo: il GIUSTO COMPENSO.

Ci sono tantissimi fattori che vanno ad influire sul compenso di un fisioterapista in Italia oggi, e per quanto possibile, ho cercato di comprenderli tutti.

Mi scuso a priori per le sicure mancanze che avrà questo articolo e per le eventuali prese di posizione che prenderò durante questo articolo, ma d’altronde si chiama “il parere di un collega”.

Fatta questa doverosa premessa, cerchiamo di costruire insieme il mio percorso per definire quello che può essere il giusto compenso per un fisioterapista.

Ovviamente non è possibile fare un discorso univoco per tutti i fisioterapisti generalizzato; quindi, cercherò di aiutarvi a creare una vostra opinione vedendo dei dati.

Partiamo da parere dei colleghi.

 

Quanto pensi debba guadagnare un fisioterapista Neolaureato?

Come potete vedere la maggior parte dei nostri colleghi pensa che un fisioterapista neolaureato debba guadagnare, per un giusto compenso, tra i 1500 e 2000 euro al mese NETTI.

Ma come si può raggiungere questo stipendio?

Facendo riferimento all’articolo in cui ho parlato di quanto guadagna un fisioterapista in Italia (se non lo hai fatto lo trovi sempre nel blog) possiamo prendere in prestito una tabella per il calcolo del netto di un libero professionista:

Presupponendo un pagamento medio di 15 euro/ora, che abbiamo visto essere più o meno, la media italiana per un fisioterapista neolaureato, calcolato su 38 ore settimanali e 48 settimane all’anno (4 sono di ferie in questo calcolo). Il fatturato lordo è quindi di 27.360 €. Andiamo quindi a calcolare il netto:

Possiamo notare come il compenso mensile netto, che però ricordiamo essere escluso di qualsiasi forma di previdenza sociale, come malattia, tredicesima o altro, sia in linea con quanto i nostri colleghi reputano un giusto compenso. 

 

Quanto pensi debba guadagnare un fisioterapista con 5 anni di esperienza?

Come possiamo notare a questa domanda c’è maggior discrepanza. Prenderemo come riferimento una media delle risposte ovvero 2.000 € netti al mese.

Come possiamo raggiungere questo stipendio?

Partiamo dalla tabella che abbiamo usato per il neolaureato, ma con una piccola differenza: l’IRPEF passa dal 5% al 15%

Ecco come le 38 ore di prima non sono più sufficienti. Il problema è la maggior parte delle società che hanno collaboratori a P. IVA non prevedono scatti di stipendio. 

Quindi per aspirare ad un equo compenso il fisioterapista dovrebbe lavorare 48 ore a settimana per avere un guadagno netto di 2000 €/mese.

Per arrivare a questo livello di compenso il fisioterapista dovrebbe essere pagato circa 19,50 euro all’ora. In alcune città, in particolar modo le grandi, come Milano, Roma, Torino e altre città, prevalentemente del centro nord, troviamo un compenso pari a 18 € all’ora, quindi più o meno in linea con le richieste dei colleghi (un netto mensile di €1,942.72).

Da qui inizia il grande problema della categoria: la non possibilità di andare oltre questa soglia di guadagno come collaboratore. L’unico modo è avviare un’attività privata che però comporta una serie di spese troppo impossibili da calcolare in questa sede.

I grafici che vediamo di seguito infatti mostrano la progressione di compenso  che i nostri colleghi si aspettano (con 10 anni o più di 10 anni di esperienza).

Quindi? Qual è la conclusione?

Come saprete la nostra categoria ancora non ha stabilito un compenso minimo da rispettare e nemmeno l’ordine si è espresso in merito.

Da questa piccola ricerca emerge però che un fisioterapista dipendente con contratto sanità, senza opzione dirigenziale, con la possibilità di scatto può auspicare a circa 1.550 € al mese (anche qui potete trovare il riferimento nell’articolo quanto guadagna un fisioterapista in Italia). Con l’aumento del costo della vita e con l’aspirazione di uno scatto retributivo in linea con il parere dei colleghi notiamo che sia “accettabile” solo fino ad un’esperienza di 5 anni.

Ovviamente questi calcoli sono al lordo delle spese di gestione, come possono essere eventuali spostamenti per lavoro, pensiamo infatti ai terapisti domiciliari, spese di formazione, di ordine e di assicurazione.

Alla luce di ciò, anche in accordo con quanto suggerito da associazioni di categoria, il mio parere è che il compenso minimo debba essere inizialmente di circa 14/15 euro l’ora netti di tutti i costi (circa 21 lordi). 

Da lì in poi purtroppo ancora dipende dalla capacità del fisioterapista stesso di “evolversi” e crescere professionalmente per poter aspirare un vero equo compenso.

Inoltre, quello a cui auspico è un intervento dell’ordine per regolamentare questo per non sminuire la nostra professione e tutti noi. Questo tramite sensibilizzazione dell’opinione pubblica e la ricerca di far aggiornare dal ministero della salute i LEA e rispettivi rimborsi, ad oggi, in alcune regioni, rimasti fermi ai primi anni 2000.

Sperando di esservi stato utile,

sono disponibile per qualsiasi confronto e spunto di riflessione per aggiornare questo articolo alla mail dottclaudiosaulli@outlook.com

Con affetto

Dott. Claudio Saulli

Fisioterapista

Altri Articoli

Blog Fisioterapia

Fisioterapisti LP e macchinari

Per valutare in modo preliminare un articolo scientifico è tener conto della qualità della rivista su cui viene pubblicato, della “nomea” dell’autore e dal numero delle citazioni dell’articolo. Un aspetto fondamentale è il “peer review”

Blog Fisioterapia

Quanto guadagna in media un fisioterapista in Italia oggi

Per valutare in modo preliminare un articolo scientifico è tener conto della qualità della rivista su cui viene pubblicato, della “nomea” dell’autore e dal numero delle citazioni dell’articolo. Un aspetto fondamentale è il “peer review”

Non perderti nessun articolo
Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato e impara dai colleghi

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Vuoi trasformare il tuo modo di lavorare?

Offerta speciale
Ricevi il coupon benvenuto!

Valido solamente per i nuovi iscritti

Iscriviti  alla newsletter e ricevilo subito via mail